domenica, Aprile 21, 2019

Casa San Sergio

È la casa madre della Comunità. Si trova sulle pendici dei colli fiorentini in una incantevole posizione in mezzo agli ulivi. Don Divo Barsotti approdò qui nel 1956. Dopo aver vissuto per qualche anno presso un istituto di suore di Firenze, egli sentì che doveva iniziare un’esperienza più forte, da solo o con dei compagni. Lasciate le suore, alloggiò per qualche mese presso un romitorio a Monte Senario, con un giovanissimo discepolo. Non potendo rimanere sempre lì, si mise a cercare nei dintorni di Firenze qualcosa che potesse fare al caso suo. Si trovò questa casa a Settignano, disabitata da qualche anno, e fu acquistata grazie all’aiuto economico di un benefattore della Comunità.

Casa San Sergio
Casa San Sergio -Settignano

La casa fu dedicata a san Sergio di Radonez, padre del monachesimo russo e patrono della stessa Russia. Da allora per ben cinquant’anni, il Padre non ha mai lasciato casa ‘San Sergio’ a Settignano, facendone il cuore della Comunità, e lì è morto, nella sua piccola stanza, la mattina del 15 febbraio 2006. Ancor più ora questo luogo svolge tale compito, custodendo le sue spoglie mortali in quella stessa cappella dove egli quotidianamente, fin quando ha potuto, ha vissuto la grazia della celebrazione dell’Eucaristia.
Attualmente a casa ‘San Sergio’ vivono sei fratelli, di cui tre sacerdoti. Fin dai primi tempi il Padre aveva desiderato che la vita religiosa dei membri dei fratelli e delle sorelle della vita comune si ispirasse alla vita del monachesimo russo: vivere per Dio solo, nella lode e nella essenzialità, con uno stile di grande semplicità, umiltà e povertà, in piccoli gruppi.
Un pomeriggio al mese viene tenuto un ritiro aperto a tutti: salgono allora da Firenze o da altrove fratelli e sorelle della Comunità, amici e persone desiderose di una sosta di meditazione e preghiera.

Vedi anche La Cappella di Casa san Sergio

Come raggiungerci:

Via Crocifissalto 2 – Settignano, 50135 Firenze